Gaeta , ridente comune italiano provincia di Latina nel Lazio meridionale, appartenuto fino al 1927 alla Campania (provincia di Terra di Lavoro), e in epoca romana al Latium adiectum. E’ cittadina tendenzialmente votata al turismo. Le bellissime spiagge di Serapo e della vicina Piana di Sant’Agostino, la playa caliente fanno di Gaeta la “Perla del Tirreno”.
La grotta del turco, la montagna spaccata, il parco regionale riviera di Ulisse, le acque cristalline del mare e le coste irregolari e a strapiombo, creano scorci di grande bellezza a pochi chilometri dalla Capitale.

Fiore all’occhiello di Gaeta è sicuramente l’incantevole Monte Orlando, aria protetta a picco sul mare, dove fare escursioni e godersi il paesaggio della macchia mediterranea e visitare il Mausoleo di Munazio Planco, e le fortificazioni di epoca borbonica. Gaeta difatti è città antichissima, già amata in età romana e fiorente borgo medievale; i commerci marittimi fecero di Gaeta una Repubblica Marinara di estrema bellezza.

Il borgo medievale, tra vicoletti e ristorantini tipici, offre ai visitatori piacevoli itinerari alla riscoperta dell’antica storia. Dalla cattedrale, alla Santissima Annunziata fino al suggestivo tempio di San Francesco, da cui è possibile godere di un meraviglioso panorama, il centro storico di Gaeta, brulica di chiese e di arte. Oltre al campanile e al notevole cero pasquale del Duomo, degna di nota è sicuramente la Grotta d’Oro, un piccolo scrigno d’arte barocca, annessa alla SS. Annunziata. La Chiesa di San Giovanni a Mare si contraddistingue, invece, per la sua cupola d’ascenda spiccatamente araba. Per gli appassionati di arte, il viaggio continua tra il Castello aragonese e il Museo diocesano e della religiosità del Parco dei Monti Aurunci.

In sintesi, Gaeta è un piccolo gioiello tutto da scoprire. Ideale per una gita fuori porta anche di pochi giorni, con le sue molteplici attrazioni e luoghi d’interesse può diventare anche la meta di una vacanza più lunga. Archeologia, arte, storia, bellezze naturali e convivialità.

Tutto ciò per far intendere al visitatore sportivo che voglia godersi l’avventura dello “swimming paradise” che dovrà premunirsi per tempo di un alloggio o albergo ove sostare nel primo weekend di luglio. La stagione estiva sarà difatti nel pieno della propria operatività e a ridosso delle date stabilite sarà molto difficile trovare un pernotto nella zona.

L’organizzazione ha stipulato convenzioni con diverse strutture che si elencano, con i relativi riferimenti: